logo

  • Home

Grande successo dell'iniziativa "Progetti partecipati per lo spazio pubblico" promossa da Portonovo Per Tutti

18192292 636423536547307 8716492559087658934 o
 
Presso l'Aula del Mare, messa gentilmente a disposizione da  Opera Società Cooperativa Sociale onlus, ha avuto luogo in data 28/04/2017 il confronto tra Portonovo per Tutti e  altre esperienze come Casa delle Culture, Schola Nova di Varano, A2O, Coordinamento Cardeto Libero che operano per rigenerare spazi pubblici della città di Ancona che sono lasciati al degrado e che, in alcuni casi, rischiano di essere venduti a privati.
Ha contribuito al dibattito l'assessore comunale ing. Paolo Manarini, con delega ai lavori Pubblici, Frana e Patrimonio.
Pur nella diversità delle esperienze, sono emerse con chiarezza le difficoltà di una interlocuzione continua con l'Amministrazione Comunale. Tanta generosità della cittadinanza attiva non può e non deve sostituirsi al ruolo di chi ha la responsabilità di governo della città, ma serve uno strumento concreto interno all'Amministrazione Comunale che renda la partecipazione una pratica vera e non un concetto vuoto.
Il tema rimane aperto! 
Un grazie particolare a LUCIA MASCINO testimonial del progetto degli ex Mutilatini che ha contribuito al successo della giornata. 
 
Grazie ancora a tutte e tutti che hanno partecipato!
 
 

Comunicato 06/03/2017

RITARDI DELLA POLITICA E DEGRADO AMBIENTALE A PORTONOVO

Quattro mesi fa comunicavamo ai cittadini, alle associazioni e agli operatori economici locali, la nostra soddisfazione per aver appreso dal Comune di Ancona dell’imminente l'uscita del bando per la concessione ventennale a privati dell’ex colonia estiva di Portonovo, ai fini della riqualificazione e futura gestione con utilizzo ad ostello dell’edificio.
Purtroppo oggi dobbiamo prendere atto che l’Amministrazione Comunale, dopo aver tolto gli ex-mutilatini dalla lista degli immobili da alienare, non ha compiuto ancora i passi necessari per realizzare il sogno di tanti cittadini che vorrebbero il recupero e l'utilizzo a fini socio-culturali dell’edificio.
Quello che più ci preoccupa è lo stallo che si e' creato nell'amministrazione comunale e che impedisce l'iter necessario a che il progetto trovi il naturale compimento.
Eppure la Giunta Comunale aveva riconosciuto come valida la nostra proposta di recupero, a supporto della quale aveva approvato in novembre la sottoscrizione di un protocollo di intesa con l’Università Politecnica delle Marche e FederParchi Marche per accedere a fondi europei e sviluppare nell’ex-colonia attività a sostegno del turismo sostenibile e dell’educazione ambientale
A pochi mesi dall’inizio della stagione estiva l’edificio degli ex-mutilatini, sta subendo un progressivo degrado e aggressioni da parte di ignoti*, con grande pericolo per l’ambiente e pesante deterioramento dell’immagine turistica di Portonovo.
Non c’è più tempo da perdere!
Chiediamo alla Giunta che informi la cittadinanza sullo stato delle cose e in particolare:

  1. Trattativa per lo scioglimento del vincolo d’uso con l’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra, precedente proprietaria del bene prima che fosse acquistato dal Comune di Ancona;

  2. Emissione del bando per la manifestazione di interesse alla ristrutturazione e gestione degli ex-mutilatini come ostello e centro di educazione ambientale;

  3. Sottoscrizione del protocollo di intesa con l’Università Politecnica delle Marche e FederParchi Marche.


    Portonovo per Tutti


(*) come dimostrano le foto in allegato, scattate il 2.3.17

2017 03 06 pxt com 1min

 

 

 

 

 

Comunicato 18/11/2016

Lettera aperta ai cittadini, alle associazioni e agli operatori economici locali

Con grande soddisfazione apprendiamo dal Comune di Ancona che è imminente l'uscita del bando per la concessione ventennale a privati dell’ex colonia estiva di Portonovo, ai fini della riqualificazione e futura gestione con utilizzo ad ostello dell’edificio.
Dopo più di due anni in cui non abbiamo smesso di lottare e lavorare per realizzare il sogno di tanti cittadini che vorrebbero il recupero e l'utilizzo a fini socio-culturali degli ex-mutilatini, possiamo dire di aver raggiunto un risultato fondamentale: l'amministrazione comunale, grazie al nostro impegno, è operativemente a favore di una valorizzazione dell'immobile, che quindi è stato ufficialmente tolto dalla lista degli immobili da alienare, con il progetto di trasformarlo in un ostello a servizio del turismo giovanile e sostenibile e in un centro per l’educazione ambientale.
Dobbiamo dare atto all'ass.re Urbinati di essersi adoperato con successo per questo risultato, che apre la possibilità per la città di Ancona di realizzare un importante progetto sulla base della partecipazione dei cittadini e della collaborazione tra pubblico e privato.
Ringraziamo tutti i cittadini e le associazioni che ci hanno sostenuto lungo tutto il percorso e le Istituzioni, in particolare il Parco del Conero, che sempre hanno creduto in questo progetto, così come gli operatori economici che insieme a noi concorreranno al bando per realizzare il nostro sogno.
Nel caso di aggiudicazione , il passo successivo sarà quello per ottenere i finanziamenti regionali necessari per la ristrutturazione.Non sarà facile, ma insieme, rompendo gli ultimi indugi e accettando insieme questa sfida, possiamo farcela!
Ora che l'amministrazione comunale ha fatto la sua parte, ci aspettiamo che gli operatori economici locali, il Consorzio La Baia prima di tutti, che sin dall'inizio hanno dichiarato di condividere il nostro progetto, facciano coerentemente la loro parte e assumano le proprie responsabilità.
Siamo coscienti delle difficoltà economiche del momento, ma crediamo che con una partecipazione diffusa e popolare sarà possibile realizzare alla fine il nostro sogno.
Per questo, se, insieme agli operatori economici del territorio, riusciremo ad aggiudicarci la concessione comunale, lanceremo una campagna di crowdfunding per raccogliere in città, in Italia e all'estero fondi per sostenere, insieme al capitale dei privati, i costi della ristrutturazione.

Portonovo per Tutti

 

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.