logo

Richiesta urgente di incontro per gli ex-mutilatini

Al Sindaco di Ancona

e, p.c.

Al Vice Sindaco

All’Ass.re ai Lavori Pubblici

Al Presidente della 6^ Commissione - Bilancio, Programmazione, Ancona Entrate, Patrimonio, Personale

Caro Sindaco,

come certamente ricorderà, dopo il nostro ultimo incontro a fine marzo dello scorso anno, dove le avevamo espresso tutte le nostre perplessità sul bando emesso dal Comune per la concessione degli ex-mutilatini ai fini del loro recupero e gestione come ostello e centro di educazione ambientale, lei ci aveva promesso che, nel caso il bando fosse andato deserto come temevamo e come poi è accaduto, ci saremmo rivisti per valutare insieme cosa fare per non lasciare la struttura nello stato di indecoroso e pericoloso abbandono in cui giace ormai da troppi anni.

Il 30 marzo 2018 la nostra compagine, formata da imprese e associazioni locali, aveva protocollato in Comune una manifestazione di interesse a investire per realizzare il progetto presentato inizialmente dall’APS Portonovo per Tutti, il cui piano di fattibilità fu approvato nel 2015 dalla Giunta Comunale, senza poi essere stata più convocata dall’Amministrazione Comunale.

Il 29 ottobre 2018 abbiamo inviato lei e tutti i consiglieri presso la sala dell'ex-Consiglio comunale per illustrare la nostra proposta per uscire dallo stallo in cui ci troviamo. Da questo incontro eravamo usciti con la speranza che la maggioranza da lei guidata avrebbe affrontato la questione, ma da allora non è più accaduto nulla, nonostante l’impegno politico della sua Giunta e le sue promesse per valutare insieme le alternative per il recupero degli ex-mutilatini e della sua utilità sociale.

Le chiediamo quindi cortesemente ma con fermezza di non rimandare ulteriormente un confronto senza pregiudizi sulla manifestazione di interesse presentata, e auspichiamo un incontro urgente per poter illustrare all'Amministrazione comunale le nostre proposte concrete per la ristrutturazione degli ex-mutilatini e la gestione dell’ostello a prezzi calmierati, che si configura come un’opera pubblica di interesse rilevante per Portonovo e per tutti i cittadini di Ancona.

Ringraziandola per l’attenzione,

le inviamo cordiali saluti

Opera Coop Sociale

Global Service Srl

Easy Help Società Coop Sociale

Conero Style School ASD

Unione Italiani Ciechi Sez. Ancona

APS Portonovo per Tutti

Associazione Riviera del Conero

Ancona, 20 marzo 2019

Verso il bando per la riqualificazione e la gestione

comune di ancona

EX COLONIA ESTIVA PORTONOVO: VERSO IL BANDO PER LA RIQUALIFICAZIONE E LA GESTIONE. APPROVATO UN PROTOCOLLO DI INTESA PER ACCEDERE ALLE RISORSE DISPONIBILI

Nei giorni scorsi, su proposta dell’assessore ai Lavori Pubblici Maurizio Urbinati, la giunta municipale ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica di riqualificazione dell’ex colonia estiva di Portonovo, redatto dalla Direzione patrimonio del Comune e propedeutico alla pubblicazione del bando per la futura gestione con utilizzo ad ostello dell’edificio.

L’ ex- colonia – ubicata in una zona di alto valore paesaggistico-ambientale all’interno del parco del Conero e a pochi metri dal litorale dell’omonima riviera- dal 2017 non sarà inserita nel Piano delle Alienazioni , bensì in quello delle Valorizzazioni immobiliari: per essa si prevede, difatti, una significativa opera di riqualificazione tramite concessione a soggetti privati che si occuperanno del restauro e della gestione stessa dell’immobile, destinato -come detto- ad ostello con attività di turismo sostenibile ed educazione ambientale.

Approvato il progetto, la giunta ha dato mandato di predisporre un bando pubblico per la scelta del soggetto attuatore- una impresa sociale costituita da imprenditori locali, lavoratori e associazioni con finalità di interesse generale senza fine di lucro – cui sarà concessa la gestione dell’immobile per il periodo di 20 anni.

A sostegno del progetto, l’Amministrazione ha deliberato a seguire la stipula di un protocollo di intesa con altre istituzioni e i soggetti intetessati e cioè l’Universittà Plitecnica delel Marche e Federparchi, al fine di accedere ai finanziamenti europei (fondi strutturali 2014/2020 a breve emantai dalla Regione Marche) attraverso una progettazione compartecipata che sia frutto di cooperazione tra gli attori locali.

“Abbiamo mantenuto fede agli impegni assunti – sottolinea l’assessore ai LLPP Maurizio Urbinati- e dimostrato che quando i progetti sono di valore, quando sono utili per la collettività e sono sostenibili, l’Amministrazione è determinata nel perseguirli come peraltro già avvenuto con la scuola elemnetare di Varano, assegnata- a seguito di bando pubblico- all’associazione Schola Nova per il suo recupero e come utilizzo per la promozione di temi ambientali.”

Fonte: Comune di Ancona

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Navigando questo sito, chiudendo questo banner o cliccando su un link, acconsenti all’utilizzo dei cookies.

Se vuoi saperne di più leggi la Cookie Policy. Accettando l’informativa d’uso in base al Regolamento UE 2016/679 del 27 aprile 2016, noto come GDPR (General Data Protection Regulation), questo banner non ti verrà più mostrato.